OUR PET

OUR PET
Herman C. Raymaker (US 1924)

Come gran parte delle comiche mute a due rulli, questo film si compone di due scene apparentemente separate, che in qualche modo si fondono alla fine. Nella prima, un rapinatore fa irruzione a notte fonda nella stanza da letto di Peggy; abilmente, ella cattura l’intruso valendosi degli oggetti che si trovano nella stanza. Nella seconda, una serie di giovani spasimanti si presenta alla porta di Peggy per accompagnarla alla lezione di danza. Colta dal panico, Peggy nasconde uno a uno i nuovi arrivati man mano che si presentano, uscendo infine di casa con uno di loro, e lasciando gli altri ad azzuffarsi quando si rendono conto della situazione. Fortunatamente Baby Peggy è così adorabile che riesce a cavarsela, e alla fine ottiene persino una ricompensa.
Dobbiamo al benshi giapponese Ichiro Kataoka la notevole riscoperta di questo cortometraggio di Baby Peggy, che era andato perduto. In un’asta tenuta a Tokyo nel 2016, Kataoka se ne aggiudicò una copia a 9.5mm, intitolata Peggi no Tegara (letteralmente “La vittoria di Peggy”). Questa copia, datata in realtà 1931, indica come studio di distribuzione Okita, di Dairen (Manciuria). Purtroppo, mentre le copie a 9.5mm uscite in quasi tutto il mondo sono ben note, poiché venivano distribuite in molti paesi differenti con titoli e numeri identici, il mercato giapponese è assai arduo da decifrare poiché non disponiamo né di cataloghi, né di traduzioni adeguate. Per esempio, il titolo del Rullo S 472 distribuito dalla Banno, tradotto letteralmente, suona “Salsiccia di Ozwald”: potrebbe trattarsi di un film Disney andato perduto, oppure di qualcosa di totalmente diverso. Non lo sapremo mai fino a quando non salterà fuori una copia.
Nelle copie a 9.5mm la qualità delle immagini è di solito eccezionale, dal momento che la Pathé usava spesso (nel bene e nel male) i negativi originali per produrre gli elementi ridotti. Purtroppo, non sembra che ciò sia avvenuto nel caso di questa edizione giapponese. Forse i laboratori non avevano le competenze necessarie, o piuttosto per i film muti americani la fonte era assai spesso una copia. La copia a 9.5mm di Our Pet si presentava come un controtipo negativo di buona qualità, e il lungo lavoro di preservazione ha richiesto molta tenacia, per sfruttare al massimo le poche informazioni estraibili da una copia così povera di sfumature tra il bianco e il nero. In un punto è inserito persino un segmento danneggiato del negativo a 9.5mm che taglia l’immagine in due.
Per ricostruire le didascalie, la loro traduzione in inglese è stata affidata a due diverse persone di madrelingua giapponese; è stata poi avviata una tavola rotonda via e-mail per individuare i colloquialismi degli anni Venti più adatti; dopo aver concordato i testi abbiamo filmato nuove didascalie a 16mm. Il resto del progetto è stato scansionato a 3K, pulito e stabilizzato fotogramma per fotogramma, e poi riportato su pellicola a 35mm.

Dino Everett

regia/dir: Herman C. Raymaker.
cast: Baby Peggy (Peggy), Joe Moore (poliziotto/cop), Billy Franey (ladro/burglar), Edna Gregory (la madre di Peggy/Peggy’s mother), Harry Archer (il padre di Peggy/Peggy’s father), Kenneth Green, Newton Hall, Winston Radom, Verne Winter, Donald Condon (gli amici di Peggy/Peggy’s boyfriends).
prod: Century Film Corp.
dist: Universal.
uscita/rel: 11.05.1924.
copia/copy: 35mm, 1000 ft. (1 rl.), c.15′; did./titles: ENG.
fonte/source: Hugh M. Hefner Moving Image Archive, University of Southern California School of Cinematic Arts, Los Angeles.