fbpx

DIPLOMATIC HENRY

DIPLOMATIC HENRY
Sidney Drew (US 1915)

Ecco un racconto che ammonisce a stare attenti a ciò che si desidera. Henry Newlywed invia un biglietto alla ricca zia Becky, e nel tentativo di dimostrarsi diplomatico verso la zia finisce per umiliare la moglie. Questa vede il biglietto e non solo vi aggiunge qualche riga, ma offre anche a Henry un assaggio di ciò che egli apparentemente voleva; da questo spunto si sviluppa la commedia.
Questo è un altro dei film giunti all’USC attraverso la collezione di Christopher Bird, che si trovava in vari stadi di deterioramento, non perché Bird o Ian Maxted avessero rovinato le pellicole, ma perché qualcun altro le aveva rovinate cent’anni fa. Erano vistosamente giuntate, con estesi danni sui bordi. Uno degli indizi più interessanti e significativi dell’età delle giunture è il loro stato di pulizia o sporcizia. Agli albori del cinema, non tutti i proiezionisti disponevano di una cabina completamente e modernamente equipaggiata con attrezzature standard; erano quindi costretti a improvvisare. Talvolta si dovevano effettuare giunture senza avere gli strumenti per compiere un lavoro preciso. Nel caso di Diplomatic Henry era stato necessario raschiare due interi fotogrammi e poi incollarli insieme. In tal modo diventava forse molto stabile, ma purtroppo ogni incollatura rovinava due fotogrammi. Bisognava sostituirle tutte, poiché cercare di far passare la pellicola anche attraverso una macchina senza rocchetti avrebbe dato pessimi risultati, non solo dove le due immagini erano state raschiate, ma anche perché lo spessore dei fotogrammi sovrapposti dopo la giuntura provocherebbe una forte sfocatura dell’immagine, che il sensore della stampante o dello scanner dovrebbe correggere il più presto possibile.
Questo restauro è in realtà ancora un lavoro in corso, poiché alla fine intendiamo riportare questo materiale su pellicola, dopo aver completato la pulizia digitale e aver creato nuovi titoli principali. C’è sempre una linea sottile, tra il desiderio di fare il miglior lavoro possibile e la necessità di sfruttare fino al limite risorse modeste. All’USC dobbiamo costantemente affrontare questo dilemma; alcuni progetti possono durare anni. Non è certo una situazione ideale, ma un piccolo archivio universitario dispone di un bilancio annuale esiguo e di scarso personale. L’unico altro dipendente a tempo pieno è il mio catalogatore, e quindi spesso mi sento tirato in mille direzioni diverse: il mio lavoro sembra quello di una farfalla che vola di fiore in fiore.
 

Dino Everett

regia/dir: Sidney Drew.
cast: Sidney Drew (Enrico Oggisposi/Henry Newlywed), Mrs. Sidney Drew [Lucille McVey] (La signora Oggisposi/Mrs. Newlywed), Florence Natol (La zia Becky/Aunt Becky).
prod: Vitagraph.
uscita/rel: 19.11.1915.
copia/copy: DCP, 13′ (da/from 35mm, 900 ft., 20 fps; orig. 1000 ft.); did./titles: ENG.
fonte/source: Hugh M. Hefner Moving Image Archive, University of Southern California School of Cinematic Arts, Los Angeles.