CAMILLE

CAMILLE (La signora delle camelie) (US 1927) [frammento/fragment]
Regia di Fred Niblo

Camille è l’ultimo film di Norma Talmadge con la First National. Le agenzie della casa ne gestirono certamente la distribuzione, ma prima dell’uscita, e in qualche caso anche dopo, venne spesso considerato dalla stampa un film della United Artists: probabilmente perché il produttore Joseph M. Schenck era diventato il presidente della United Artists, e il grosso della pellicola era stato girato nel Pickford-Fairbanks Studio di Hollywood, in quella che doveva diventare la sede della United Artists.
Il film fu pubblicizzato come una versione moderna del libro e del dramma di Dumas, forse per via della reazione di Norma alle lamentele con cui gli esercenti avevano accolto The Lady e della sua decisione di attenersi a soggetti moderni. La modernizzazione tuttavia non va molto oltre le donne con pettinatura alla maschietta e gonne corte. Incide pochissimo sulla trama, e ancor meno sui sentimenti dei personaggi. Non vi è traccia di quella modernizzazione del tema della donna perduta suggerita da T.S. Eliot in Terra desolata. Ci fu chi non gradì una simile manomissione di un classico e Lilyan Tashman, scelta per interpretare Olympe, apprese con grande disappunto che non avrebbe potuto indossare una crinolina; in generale, tuttavia, la versione moderna fu accettata e le recensioni furono anzi entusiastiche. I critici della stampa specializzata e dei quotidiani, che erano per lo più di sesso maschile, andarono in visibilio in particolare per la Talmadge, di cui esaltarono la bellezza. Invece le riviste per fan, scritte principalmente da donne e lette da un pubblico prevalentemente femminile, pur non disprezzando la protagonista, dedicarono uno spazio assai maggiore a Gilbert Roland.
Quest’ultimo era apparso senza essere accreditato e in piccole parti in vari film a partire dal 1921, ma Camille segnò una svolta fondamentale nella sua carriera. Lui e Norma Talmadge funzionavano bene come coppia, sia sul piano professionale che su quello personale (ebbero infatti una relazione ampiamente pubblicizzata), ed egli apparve accanto a lei nei tre successivi film di lei per la United Artists.
Per lungo tempo Camille fu considerato perduto, fino a quando non saltò fuori una copia di lavorazione posseduta da un collezionista. Di questa copia la Library of Congress preservò tutto quel che poté, nonostante il grave deterioramento. Cattivo stato a parte, è pur sempre una copia di lavorazione, che quindi non presenta le inquadrature e le scene nell’ordine alla fine stabilito dal regista. Degno di nota il fatto che le inquadrature si ripetano con lievi variazioni, chiaramente in attesa di una decisione su quelle che sarebbero state scelte. È peraltro vero che Niblo, forse ispirandosi a modelli europei, stava tentando esperimenti di costruzione delle scene, ed è quindi possibile che alcune di queste ripetizioni siano rimaste nella versione definitiva del film. Il nostro programma comprende un unico rullo del film, uno dei meglio preservati, dedicato in gran parte al primo incontro tra Marguerite e Armand: basta almeno a darci qualche indizio di quello che abbiamo perduto.

Ben Brewster, Lea Jacobs

CAMILLE (La signora delle camelie) (US 1927) [frammento/fragment]
regia/dir: Fred Niblo.
scen: Olga Printzlau, Chandler Sprague.
adapt: Frédérique de Gresac, dal romanzo/from the novel (1848) & dalla commedia/from the play (1852) La Dame aux camélias di/by Alexandre Dumas fils.
titles: George Marion, Jr.
photog: Oliver Marsh.
scg/des: William Cameron Menzies.
int. dec: Casey Roberts.
tech dir: Ned Herbert Mann.
asst dir: [H.] Bruce Humberstone.
mont/ed: Hal C. Kern.
cost: Alice O’Neil.
wardrobe mgr: Frank Donnellan. cast: Norma Talmadge (Marguerite Gautier, “Camille”), Gilbert Roland (Armand Duval), Lilyan Tashman (Olympe), Rose Dione (Prudence), Oscar Beregi (conte/Count de Varville), Harvey Clark (il Barone/The Baron), Helen Jerome Eddy (Nanine, la domestica/Marguerite’s maid), Alec B. Francis (Duc de Chaumont), Albert Conti (Henri), Michael Visaroff (il padre di Marguerite/Marguerite’s father), Evelyn Selbie (la madre di Marguerite/Marguerite’s mother), Etta Lee (Mataloti), Maurice Costello (il padre di Armand/Armand’s father), Fred Becker (banditore/auctioneer), [Bertram Johns].
prod: Joseph M. Schenck, Norma Talmadge Productions.
dist: First National Pictures.
riprese/filmed: 1926.
première: 21.04.1927 (Globe Theatre, New York City).
uscita/rel: 04.09.1927.)
copia/copy: DCP, 11′ (da/from 35mm, incomp., 1 rl.; orig. l : 8,700 ft.); did./titles: ENG.
fonte/source: Library of Congress National Audio-Visual Conservation Center, Packard Campus, Culpeper, VA.

Legenda abbreviazioni

X