BEAUTY’S WORTH

BEAUTY’S WORTH
(Il valore della bellezza)
Robert G. Vignola (US 1922; 75’)

Quarto dei sette film con Marion Davies del regista statunitense di origine lucana Robert Vignola, Beauty’s Worth ricorda un po’ la favola di Cenerentola. Marion Davies è Prudence Cole, una giovane quacchera cresciuta con due zie tradizionaliste. Un giorno ricevono la visita di Mrs. Garrison e di suo figlio Henry e Prudence si invaghisce del ragazzo. Snob e frivolo, Henry si diverte a giocare con i sentimenti di lei ma ne disprezza l’aspetto dimesso, e quando sua madre invita Prudence a raggiungerli in una nota località balneare Henry rivolge altrove le sue attenzioni. Spinta dai giovani del gruppo, Prudence convince Cheyne Rovein, un artista, a mettere in piedi uno spettacolo. Cheyne accetta e, a sorpresa, per il ruolo principale sceglie Prudence, che appare in tutta la sua bellezza, risvegliando l’interesse di Henry. Ma questa volta sarà lei a scegliere.
Il film è stato restaurato da Ben Model e dalla Library of Congress, che ne possedeva una copia in nitrato, ed è stato presentato in prima mondiale l’11 agosto scorso a Trivigno (Potenza), paese natale di Robert Vignola. L’evento è una tappa del percorso di valorizzazione e recupero dell’opera di Vignola, sviluppato grazie a un progetto di collaborazione tra il Comune di Trivigno, la società lucana di produzioni cinematografiche Effenove srls, Lucana Film Commission, Cinemazero, La Cineteca del Friuli, Le Giornate del Cinema Muto.